Cause di perdita dell’udito2018-04-03T16:06:13+00:00

Quali sono le cause della perdita di udito?

Perdita uditiva: ipoacusia

La perdita dell’udito in termine medico è definita ipoacusia ed è avvertita in maniera del tutto soggettiva. Quando un individuo capisce che il suo udito non funziona più bene come prima, l’entità della perdita uditiva può essere di lieve, media o grave entità.
L’ipoacusia inoltre può interessare tutte le frequenze oppure essere selettiva in base ai toni gravi oppure acuti.
Ma avere un calo dell’udito non significa essere anziani, infatti sono molteplici i fattori che possono indurre ad una perdita uditiva. Adesso scopriamo quali!

Principali cause della perdita uditiva

Perdita udito anziano

Età

Il calo uditivo è una naturale conseguenza del processo di invecchiamento. Partendo già dai 30/40 anni per arrivare fino agli 80, più della metà delle persone soffre di ipoacusia significativa.
Con l’avanzare dell’età è facile perdere la capacità di sentire i suoni più acuti e più deboli.
Tale perdita, definita presbiacusia, compare intorno ai 60 anni e colpisce generalmente entrambe le orecchie a partire dalle frequenze acute.

rumore causa ipoacusia

Rumore

Il rumore è la prima causa di invalidità professionale, infatti l’esposizione continuata a rumori forti accelera l’insorgere di un deficit uditivo.
Il trauma acustico può verificarsi all’improvviso, dovuto ad un suono istantaneo ma di intensità elevata, o in conseguenza ad un’esposizione continua al rumore. Sono maggiormente esposte le persone che lavorano in ambienti rumorosi o i musicisti.
L’udito quindi può risultare momentaneamente abbassato (spostamento temporaneo della soglia) fino a diventare in taluni casi permanente (spostamento permanente della soglia).
E’ possibile prevenire l’insorgere della perdita uditiva utilizzando tappi e/o cuffie sui luoghi di lavoro e sicuramente consigliamo ai giovani che amano ascoltare la musica con le cuffiette di tenere il volume moderato e non eccessivamente alto.

perdita udito cause ereditarietà

Ereditarietà

Qualora in famiglia si fossero già verificati casi di calo uditivo, è probabile che l’ipoacusia venga trasmessa anche alla prole, infatti il deficit uditivo è legato al gene “connexina 26”.
Tale perdita non ha relazioni strette tra frequenze e soglie uditive, ma interessa diverse zone di frequenza.

perdita udito cause infezioni

Infezioni

Batteri e virus possono danneggiare l’orecchio ed essere la causa di cali uditivi:

  • morbillo
  • scarlattina
  • rosolia
  • anche ripetute otiti

giocano nel teatrino delle cause d’ipoacusia.

perdita udito cause farmaci fumo alcool

Farmaci, fumo e alcool

L’assunzione di alcuni tipi di farmaci, l’alcool e il fumo sono fattori che possono determinare una perdita dell’udito.
Per quanto riguarda i farmaci, il grado di tossicità dipende dal dosaggio, dall’età anagrafica, e dalla salute e funzionalità dei reni.
Durante la terapia è quindi fondamentale sottoporsi a controlli audiometrici regolari, e qualora appaiano i primi sintomi di calo uditivo sostituire il farmaco con uno alternativo senza controindicazioni ototossiche.

otosclerosi

Otosclerosi

La calcificazione della staffa, uno dei tre ossicini dell’orecchio, porta a scarsa mobilità della catena intera. Naturalmente la staffa, il più piccolo osso del corpo (grande solo qualche millimetro), vibra nella finestra ovale per portare i suoni all’orecchio interno.
Quando viene “fissata” dalla patologia all’osso circostante, le onde sonore non raggiungono i liquidi dell’orecchio interno e l’udito diminuisce.